Warning: Declaration of YOOtheme\Theme\Wordpress\MenuWalker::walk($elements, $max_depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /web/htdocs/www.percorsisostenibiliappennino.it/home/wp-content/themes/yootheme/vendor/yootheme/theme/platforms/wordpress/src/Wordpress/MenuWalker.php on line 8

Formazione

Nel periodo coincidente con gli anni scolastici 2017/2018 e 2018/2019, si procederà alla realizzazione di un intenso programma di formazione alla mobilità sostenibile, alla sicurezza stradale e alla guida ecologica.

Il percorso sarà vario ed articolato, sia in relazione ai destinatari ultimi degli interventi, sia in considerazione degli strumenti che verranno messi in campo, ed entrambi presenteranno caratteri innovativi spesso raccolti dalle più importanti esperienze europee. 

Seguendo questa impostazione si possono individuare più categorie di destinatari: i Mobility Manager (MM), gli studenti, i genitori e gli stakeholder locali.

Le attività riguarderanno 3 filoni in particolare:

  • Formazione per i Mobility Manager degli Istituti scolastici e degli Enti aderenti;
  • Formazione per le scuole primarie e secondarie di 1° grado;
  • Formazione per le scuole secondarie di 2° grado.

La formazione per le scuole primarie e secondarie di 1° grado

Importante sarà la formazione diretta ai ragazzi, che verrà incentrata sugli aspetti della sicurezza stradale e dei comportamenti di mobilità sostenibile. 

Per quanto riguarda i temi della sicurezza, i percorsi di formazione verranno “personalizzati” in relazione dei destinatari della formazione stessa: 

bambini delle scuole primarie (la formazione si incentrerà sulla sicurezza stradale anche attraverso l’implementazione di contenuti specifici quali racconti, kit creatici, ecc., nonché attraverso l’avvio di laboratori per la creazione partecipata degli strumenti per la progettazione di percorsi di pedibus);

ragazzi delle scuole secondarie di 1° grado (ai concetti generali sulla sicurezza stradale si affiancheranno moduli relativi alle prescrizioni del Codice della strada).

Ai ragazzi che studiano in uno dei Comuni che realizzeranno percorsi protetti verrà poi chiesto di creare delle mappe degli spostamenti a piedi (map slow).

La formazione per le scuole secondarie di 2° grado

La formazione nelle scuole secondarie di 2° grado vedrà come protagonisti gli Istituti già aderenti al Progetto, vale a dire:

  1. l’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Celli” di Cagli (PU);
  2. il Liceo Scientifico e delle Scienze Umane “Laurana-Baldi” di Urbino (PU);
  3. il Liceo Artistico “Scuola del Libro” di Urbino (PU);
  4. l’Istituto di Istruzione Statale “Bettino Padovano” di Senigallia (AN) sede staccata di Arcevia (AN);
  5. il Liceo Artistico “E. Mannucci” di Ancona sede staccata di Fabriano (AN);
  6. l’I.I.S. “Morea Vivarelli” di Fabriano (AN);
  7. il Liceo Scientifico Statale “Vito Volterra” di Fabriano (AN);
  8. l’I.I.S. “Cassata Gattapone” di Gubbio (PG);
  9. l’I.I.S. “G. Mazzatinti” di Gubbio (PG);
  10. l’I.S.I.S.S. “R. Casimiri” di Gualdo Tadino (PG);
  11. l’Istituto Comprensivo “Umbertide Montrone Pietralunga” di Umbertide (PG).

La formazione, nello specifico, affronterà i temi della sicurezza stradale, ma soprattutto dei comportamenti nell’ambito della mobilità sostenibile  puntando sulla diffusione delle informazioni:

  • sulle dimensioni e le conseguenze ambientali e sanitarie dei fattori inquinanti;
  • sulle relazioni tra mobilità, ambiente e salute.

Le attività inoltre saranno integrate da workshop aperti al pubblico, visite di studio, ecc..

La formazione per i Mobility Manager

Le attività formative si sostanzieranno nella realizzazione di giornate rivolte a formare i nuovi Mobility Manager d’area, scolastici e aziendali, con particolare attenzione a quelli degli Enti e degli Istituti scolastici aderenti al Progetto.

La formazione congiunta di personale scolastico e di funzionari degli Enti locali e delle aziende rappresenterà, inoltre, l’occasione per costruire una vera e propria “rete territoriale di Mobility Manager” in grado, al termine del progetto, di agire in modo sinergico su obiettivi comuni e condivisi su ampia scala.

In relazione al numero di Enti e Istituti aderenti al Progetto si prevede di realizzare 4/5 percorsi di formazione, ogni percorso avrà la durata di 3 giorni, non necessariamente consecutivi, e vedrà la partecipazione media di 15 persone, ciò per garantire un elevato livello di interazione e di qualità dei processi formativi.

Oggi il primo giorno dei primi 2 corsi, dedicato all’inquadramento generale del tema della mobilità e del Progetto «Educare a Percorsi di Buona Mobilità» nel suo complesso, nei prossimi giorni presso le sedi di Cagli e Gubbio i restanti moduli.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere informato